Omnia Qualità srl Certificazione  

organismo di certificazione ambientale, agricola ed agroalimentare

HOME

 Carota dell'Altopiano del Fucino IGP 

regolamento  (CE) 148/2007 della commissione UE del 15 febbraio 2007

Elenco Produttori iscritti al sistema di certificazione

Elenco Confezionatori iscritti al sistema di certificazione

Elenco Intermediari iscritti al sistema di certificazione

 

E' stato riconosciuto ed istituito nel 2007 il marchio IGP della carota del Fucino. La zona agricola sorta nel bacino dopo il prosciugamento del lago del Fucino nel 1875, situata nella Marsica in Abruzzo provincia di L'Aquila a 800 m.s.l.m. è circondata dal Parco Nazionale D'Abruzzo e dal Parco Regionale Sirente Velino. Il Fucino è noto per l'alta qualità dei prodotti coltivati quali: lapatata (nota anche come "patata di Avezzano" con il suo alto contenuto di sostanza secca, il suo ottimo sapore e la sua alta capacità di conservazione naturale); la carota di un colore rosso intenso, il suo sapore dolce e corposo, la croccantezza e la rottura vitrea; l'insalata, il radicchio, i finocchi, il sedano anche loro molto apprezzati e rinomati per le loro caratteristiche organolettiche dovute probabilmente al terreno e al clima di alta montagna della zona. 

FASI DELLA RACCOLTA DELLA CAROTA DELL'ALTOPIANO DEL FUCINO IGP

Il regolamento comunitario 1151/2012 che sostituisce il 510/06, prevede la tutela delle denominazioni o indicazioni geografiche che individuano inconfutabilmente prodotti provenienti dalle aree geografiche stesse, le cui particolari condizioni pedoclimatiche o le tecniche di produzioni ivi in  uso  conferiscono notorietà o qualità particolari  apprezzate dal consumatore. La tutela della  denominazione di origine  DOP o dell'indicazione geografica IGP si rende così necessaria  per evitare casi di speculazioni atte a sfruttarne  la rinomanza o la notorietà. Tale tutela, inoltre, prevede che  i caratteri qualitativi del prodotto comprese le  modalità produttive caratteristiche o tradizionali, siano fissate in un apposito disciplinare produttivo. Al fine di  garantire il rispetto del disciplinare il regolamento comunitario prevede uno specifico  sistema di certificazione capace di garantire al consumatore la conformità del prodotto (qualità),  mettendolo  al riparo dalle speculazioni di chi distribuisce delle  imitazioni o usurpa il nome tutelato  finanche con una semplice evocazione.

  

L'adesione al sistema di certificazione della Carota dell'altopiano del Fucino IGP.

Con il regolamento  (CE) 148/2007 della commissione del 15 febbraio 2007 l'UE ha registrato la  Carota dell'Altopiano del Fucino tra i prodotti ad indicazione geografica protetta IGP. Lo stesso regolamento individua nel disciplinare le  caratteristiche chimico -fisiche del prodotto, nonchè le modalità produttive. OMNIA QUALITA’ Srl , quale Organismo di Controllo autorizzato alla certificazione della “Carota dell’Altopiano del Fucino” IGP, ha redatto il piano di controllo per la verifica di conformità del prodotto ai requisiti del disciplinare,  ai sensi dell’art. 53 della legge 128/98 così come sostituito dall’art. 14 della legge n. 526/99. L'approvazione da parte dell'apposita commissione del Mipaaf del  piano dei controlli è avvenuta  in data 31 luglio 2007. Successivamente, a seguito della modifica del disciplinare, è stata accordata dal Mipaaf la protezione transitoria con DM del 18 aprile 2012. Conseguentemente è stato presentato un nuovo piano di controllo denominato PC2 ed approvato in data 23 luglio 2012. I soggetti partecipanti al sistema (produttori, eventuali intermediari, e confezionatori), potranno aderire al sistema per  ottenere la certificazione delle proprie carote facendo una specifica richiesta ad OMNIA QUALITA' SRL che, dopo apposita verifica, provvederà ad iscrivere il richiedente in una  apposita lista. L'adesione al sistema di certificazione presuppone l'accettazione del piano di controllo e le condizioni in esso contenuto comprensivo delle modalità produttive e della modulistica necessaria per darne adeguata evidenza.

Il disciplinare di produzione  

Modulistica